mercoledì 12 Giugno 2024
Altro
    Home Liceo Economico Sociale Liceo Economico Sociale e Liceo del Made in Italy, quale liceo economico?

    Liceo Economico Sociale e Liceo del Made in Italy, quale liceo economico?

    AEEE Italia vuole favorire il più ampio dibattito nelle scuole e tra i cittadini sulle sorti del Liceo Economico Sociale LES e sulla sua convivenza con il Liceo del Made in Italy. Pubblichiamo quindi alcuni documenti utili alla discussione e l’invito a inviare a AEEE Italia commenti e proposte. 

    L’Opzione economico sociale del Liceo delle Scienze Umane, che si è convenuto di chiamare Liceo Economico Sociale, è attiva in Italia da più di 10 anni, nacque sui modelli liceali europei e francese in particolare con il Decreto del Presidente della Repubblica n.89 del 2010. Un tagliando può servire, si tratta comunque di una storia in progress. Nel primo anno di attività il LES raccoglieva l’1,5% degli iscritti alle superiori, oggi sono il 3,9%. Il Ministero dell’Istruzione, e molti altri soggetti scientifici, universitari e associativi, tra cui AEEE Italia, hanno lavorato in tutti questi anni per il rafforzamento di questo liceo. La conclusione unanime, avvalorata dal monitoraggio condotto dal Ministero nel 2017, è che sia indispensabile distaccare il Liceo Economico Sociale dal Liceo delle Scienze Umane per farne un autonomo settimo liceo. Le società scientifiche degli economisti, degli statistici e AEEE Italia pensano anche che sia necessario rafforzare la presenza nel piano orario delle ore di economia e di quelle di matematica con statistica. 

    Ma ora vi è la novità dell’obiettivo del Governo di costituire un Liceo del Made in Italy, che per le notizie disponibili presenta diverse ambiguità. Quale convivenza si potrà avere tra la storia del LES e il Liceo del Made in Italy? sarebbe possibile una coesistenza dei due licei, invece che ciascuno di essi auspichi per l’altro “mors tua vita mea”

    AEEE Italia pone quindi ai decisori politici i seguenti quesiti:

    Il LES (l’Opzione economico-sociale del Liceo delle Scienze Umane) non ha la necessità di essere distaccata dal Liceo delle Scienze Umane, come emerso dal monitoraggio del 2017 del Ministero e come è richiesto dalle Reti dei LES? 

    E’ possibile rendere il LES un autonomo liceo per via regolamentare senza aspettare l’approvazione della legge sul Made in Italy? In ogni caso il LES non avrebbe bisogno di essere rafforzato rispetto all’attuale piano orario con più ore di economia con diritto e di matematica con statistica, sacrificando qualche ora di discipline non centrali nel profilo formativo?

    Un più forte Liceo Economico non potrebbe essere la strada giusta da percorrere per costruire pezzi di classe dirigente con competenze teoriche generali economiche, sociali, giuridiche, aziendali, utili per la formazione dei cittadini e per l’apertura al mondo del nostro sistema produttivo? 

    La scomparsa dei corsi LES dall’anno scolastico 2024-2025, dato che è prevista dal ddl la loro confluenza nel Liceo del Made in Italy, non costituirebbe di fatto, contrariamente agli obiettivi dichiarati, un indebolimento dell’offerta formativa liceale nel nostro paese, che ha visto una costante crescita degli iscritti ai LES dall’iniziale 1,5% all’attuale 3,9% ?

    Sarebbe possibile prevedere un Liceo Economico con un biennio comune e con un secondo biennio / quinto anno con due diverse curvature. Da una parte il LES con una forte connotazione giuridico-economica e matematico-statistica, che rappresenta un percorso finalizzato a mettere a disposizione gli strumenti, in un’ottica socio-economica, per comprendere la complessità e per gestire i fattori di incertezza che caratterizzano la società di oggi e del futuro. Il Liceo del Made In Italy dall’altra, quest’ultimo caratterizzato da discipline quali Economia e gestione delle imprese, Modelli di business e Internazionalizzazione dei mercati discipline aziendali manageriali, che ben si adattano a formare una classe dirigente?

    1.La Cabina di regia dei LES ha assunto una interessante posizione  vedi file allegato “Tra LES e made in Italy”

    2.Italia Oggi ha di recente pubblicato un articolo di Riccardo Gallo “Il fondo sovrano non parta da zero come il liceo” in cui cita le idee di Francesco Silva Presidente onorario di AEEE Italia  vedi file allegato “Milano Finanza articolo Gallo”.

    3.Un interessante documento è stato approvato dal Collegio dei docenti e dal Consiglio di istituto dell’Istituto Riccati Luzzatti di Treviso  vedi file allegato

    4.E’ giunta ad AEEE Italia un richiesta di intervento, da parte di 273 docenti del LES  vedi file allegato

    5.Pubblichiamo come sollecitazione al dibattito il documento inviato dal Professor Aurelio Terlizzi del LES di Rimini  vedi file allegato “Salvare il LES”)

    Inviateci vostri commenti, considerazioni, proposte 

    https://aeee-les-madeinitaly.blogspot.com/2023/07/tra-les-e-liceo-del-made-in-italy.html

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    ARTICOLI POPOLARI

    Al via il 10 giugno il primo summer camp su imprenditoria femminile e educazione finanziaria, per 60 studentesse italiane

    Al via il 10 giugno il primo summer camp su imprenditoria femminile e educazione finanziaria, per 60 studentesse italiane - Il...

    Ecco i vincitori del “Concorso EconoMia”

    Ecco l’elenco dei 20 vincitori della dodicesima edizione del Concorso EconoMia vincitori-da-pubblicare-su-sito-2024.pdf (concorsoeconomia.it) nell’ambito del Festival Internazionale dell’Economia di Torino 30 maggio - 2...

    EFFE Summer Camp 2024

    AEEE Italia è main partner di EFFE Summer Camp 2024 che si svolgerà presso l'Università degli studi di Milano Bicocca dal 10...

    Tra le ragazze crolla il modello Ferragni: “effimera”

    - Un sondaggio di Obiettivo Effe-Università di Milano-Bicocca rivela come cambiano i modelli imprenditoriali delle ragazze italiane: bocciata Ferragni, promossa Miuccia Prada. 

    COMMENTI RECENTI