mercoledì 17 Luglio 2024
Altro
    Home Financial literacy L'educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale entra nella scuola

    L’educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale entra nella scuola

    Convertito dalle Camere lo scorso 17 febbraio con la legge n.15/2017 il decreto-legge sulla tutela del risparmio. Un’interessante modifica dell’Art. 24 bis ha per la prima volta in Italia introdotto nel nostro Paese delle Disposizioni generali concernenti l’educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale.

    Il testo di legge prevede l’adozione di una “Strategia nazionale per l’educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale”, il coordinamento dei soggetti pubblici e privati attivi nel campo nel mondo della scuola e non solo, lo scambio di informazioni tra di essi con lo scopo di creare sinergie tra queste iniziative educative e il sistema nazionale dell’istruzione. E’ stato positivamente eliminato, rispetto alla prima bozza dell’articolo, il riferimento alla collocazione dell’educazione finanziaria nel contesto di Cittadinanza e Costituzione, che avrebbe rischiato di condizionare negativamente le attività nelle scuole in quanto Cittadinanza e Costituzione costituisce un’attività non curricolare, in quanto priva di un monte-ore definito, di docenti predisposti e di una valutazione a registro. Il testo di legge è sufficientemente snello. Costituisce un punto di partenza, che può consentire un aumento dell’efficacia dei progetti educativi. Per raggiungere questa finalità occorrerà però che le attività di educazione finanziaria, assicurativa a previdenziale siano sempre meno sporadiche, ma ben collegate a un più ampio rafforzamento degli studi economici, giuridici e aziendali in tutta la scuola italiana. E che inoltre, come recita il c. 10 della legge, siano individuati obiettivi misurabili, quindi tali da essere oggetto di specifici momenti di valutazione. Le prove OCSE PISA sulla financial literacy e le altre prove di valutazione obiettiva delle competenze, che si stanno diffondendo nelle scuole e nelle università, non fanno sconti a nessuno. 

    ARTICOLI POPOLARI

    In ricordo di Roberto Fini

    Lo scorso 1^ giugno durante la premiazione del Concorso EconoMia 2024 al Festival Internazionale dell’Economia di Torino, è stato ricordato Roberto Fini,...

    AEEE audita dalla Commissione Ministeriale per la revisione delle Indicazioni Nazionali e Linee Guida

    In data mercoledì 19 giugno il presidente di AEEE Italia, prof. Fabio Banderali, è stato audito dalla commissione ministeriale per la revisione...

    La financial literacy nell’OCSE PISA, in Italia sta cambiando qualcosa? (di Enrico Castrovilli)

    Linkiamo un articolo di Enrico Castrovilli pubblicato su ADI (Associazione nazionale Docenti e Dirigenti Scolastici) in cui si riflette sui risultati dei...

    Economia nella seconda prova d’Esame di Stato (a cura del prof. Roberto Cariani)

    Proponiamo alcune riflessioni sulle seconde prove d’Esame di Stato con disciplina caratterizzante l’economia DIRITTO ED ECONOMIA POLITICA NEI LES

    COMMENTI RECENTI